Incarichi conferiti dall'Autorità Giudiziaria - Studio Boeri - Luigi Boeri, Ingegnere & Associati - Environment, Health and Safety

Luigi Boeri, Ingegnere & Associati
Environment, Healt and Safety
Vai ai contenuti

Menu principale:

Incarichi conferiti dall'Autorità Giudiziaria


Le Autorità Giudiziarie con le quali lo Studio collabora o ha collaborato sono:


  • Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli

  • Procura della Repubblica di Imperia

  • Procura della Repubblica di Latina

  • Procura della Repubblica di Livorno

  • Procura della Repubblica di Mantova

  • Procura della Repubblica di Modena

  • Procura della Repubblica di Napoli

  • Procura della Repubblica di Nola

  • Procura della Repubblica di Padova

  • Procura della Repubblica di Pisa

  • Procura della Repubblica di Siracusa

  • Procura della Repubblica della Spezia

  • Procura della Repubblica di Terni

  • Procura della Repubblica di Velletri

  • Procura della Repubblica di Verona

  • Procura della Repubblica di Vicenza

  • Tribunale di Firenze

  • Tribunale della Spezia

  • Tribunale di Alessandria, Sede Distaccata di Novi Ligure

  • Tribunale di Siracusa, Sede distaccata di Augusta

  • Tribunale di Terni

  • Procura Regionale della Corte dei Conti presso la Sezione Giurisdizionale per il Lazio



Sono stati condotti accertamenti di natura ambientale, verifiche sulla corretta gestione di appalti di lavori, servizi e forniture, verifiche sull'igiene e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro ed accertamenti sul danno erariale.

In campo ambientale, gli accertamenti sono stati operati su impianti di produzioni di beni, di smaltimento, recupero e trattamento di rifiuti urbani, speciali, pericolosi e non.

Le indagini, eseguite in tali ambiti, hanno comportato valutazioni di elaborati progettuali e di lay-out di processo ed accertamenti strumentali su: emissioni gassose, campionamenti ambientali, analisi di terreni, materiali e sedimenti marini, ricerca di eventuali contaminazioni in scarichi idrici, corpi ricettori, falde superficiali e profonde, inquinamento acustico ed elettromagnetico.

Le indagini in materia di appalti hanno riguardato l'analisi di dettaglio sulle procedure di gara adottate dalle PP.AA. e gli aspetti gestionali degli appalti. In tali ambiti sono stati esaminati: le fasi preliminari all'indizione delle gare, concernente gli aspetti della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, i capitolati prestazionali, le modalità di conduzione dei lavori, l'analisi degli atti contabili e l'accettazione dei materiali.

Le indagini nei procedimenti erariali hanno riguardato l'analisi degli atti a fascicolo, con l'individuazione e la quantificazione del danno erariale.

Di seguito sono riportati gli incarichi di maggior interesse svolti:



In materia ambientale e di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro


  • Accertamenti tecnici e analitici su impianti di compostaggio per la produzione di compost di qualità, finalizzati a verificare se le procedure adottate nella gestione dei rifiuti e la qualità del compost prodotto fossero coerenti con le norme di riferimento.

  • Indagini tecniche e analitiche finalizzate ad accertare il nesso di causalità tra l'inquinamento dell'ambiente marino, generatore di morie di pesci, e gli scarichi e le attività degli insediamenti produttivi presenti nell'area interessata.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare la qualità delle emissioni atmosferiche prodotte da un impianto per la produzione di olio di sansa d'oliva, se fossero rispettati i limiti normativi e le cause di maleodoranze.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare se l'intervento di ripascimento di un arenile fosse stato realizzato nel rispetto degli atti contrattuali e del progetto.

  • Accertamenti documentali in ordine alla corretta gestione di diverse tipologie di rifiuti, in particolare rottami ferrosi, traversine ferroviarie, rifiuti dell'industria ceramica.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare le attività di impianti di autodemolizione e trattamento dei rifiuti metallici.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare la corretta gestione di discariche sia di RSU che di rifiuti speciali pericolosi e non, riferendo sulle problematiche ambientali connesse.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare la qualità di scarichi idrici, sia di acque reflue urbane che di reflui industriali, ed il rispetto della vigente normativa.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare la validità d'interventi di messa in sicurezza, nonché le emissioni atmosferiche di un impianto di produzione di pigmenti.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare se nel processo produttivo di trasformazione di scarti di origine animale fossero stati dolosamente conferiti rifiuti ad Alto Rischio e, conseguentemente, se nella produzione dei derivati fossero state violate le norme sanitarie.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare se fossero state violate le norme ambientali e/o di sicurezza sanitaria in relazione alla produzione di gelatine di origine animale destinate al consumo umano e/o farmaceutico.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare le caratteristiche dei fertilizzanti prodotti con l'impiego di fanghi derivanti dal trattamento di acque reflue di concerie e se la produzione di questi fosse avvenuta nel rispetto delle autorizzazioni rilasciate.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare le caratteristiche di loppe esauste abbancate su aree poste sotto sequestro giudiziario e se nella realizzazione del deposito abusivo di rifiuti fosse stata contaminata la falda sottostante.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare se, in rapporto al processo di produzione di materiali in vetroresina, fosse stato determinato inquinamento dell'ambiente nelle sue varie matrici (aria, suolo, sottosuolo e falda), anche in riferimento ai rifiuti abusivamente interrati nelle aree limitrofe.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati ad accertare la natura giuridica dei rifiuti prodotti da una casa di cura, e se fossero state violate le norme tecniche ambientali e sanitarie per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti a rischio infettivo.

  • Accertamenti tecnici e analitici condotti sulle aree di un cantiere navale, sia a mare che a terra, finalizzati alla qualificazione dei materiali abbancati ed alla ricerca dei materiali eventualmente sversati a mare od interrati e se l'attività del cantiere avesse prodotto inquinamento dell'acqua, del suolo, del sottosuolo e della falda.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare se, nelle operazioni di recupero degli oli esausti, questi fossero qualificati materia prima seconda o ancora rifiuti, in rapporto alle caratteristiche intrinseche degli stessi ed alla normativa ambientale e fiscale.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati ad accertare la qualificazione ambientale di fanghi derivanti dal lavaggio di inerti, contaminati da amianto e l'origine di detta contaminazione.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare se, in relazione ad un'attività di cava di materiali lapidei, fossero state violate le norme in materia di estrazione di materiale contenente amianto, rocce serpentinitiche, se fosse stato prodotto inquinamento delle componenti ambientali e se fossero state violate le norme per la l'igiene e sicurezza dei lavoratori in presenza di fibre di amianto.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati ad accertare la eventuale contaminazione delle acque potabili distribuite, con valutazione dell'efficienza e dell'efficacia dei sistemi di trattamento delle acque ai fini dell'abbattimento degli eventuali inquinanti e, sotto il profilo amministrativo, le autorizzazioni rilasciate ed i controlli eseguiti.

  • Accertamenti tecnici e analitici finalizzati a verificare la gestione complessiva dei rifiuti operata da un'azienda produttrice di fertilizzanti, la qualificazione giuridica dei materiali/rifiuti in ingresso ed in uscita dall'impianto e se il trattamento dei rifiuti per la produzione di fertilizzanti fosse conforme alla normativa sanitaria ed ambientale.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare la qualificazione giuridica di materiali plastici sottoposti a operazioni di triturazione.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare la tipologia, le caratteristiche e gli effetti dell'attività di recupero di rifiuti speciali operata in regime semplificato.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare le modalità di gestione, da parte di società mista pubblico-privata, di impianti di trattamento di RSU e le modalità di trasformazione degli stessi per la generazione dei flussi di compost e di CDR, le caratteristiche qualitative del compost e del CDR così prodotti, la congruità e la regolarità degli atti autorizzativi, l'idoneità degli impianti aditi ed il rispetto delle modalità di affidamento di lavori, servizi e forniture, in rapporto al "Codice degli Appalti".

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare la qualificazione giuridica di materiali e di rifiuti abbancati su aree precedentemente interessate da fonderie, successivamente convertite in un complesso edilizio per civili abitazioni con verifica della contaminazione del suolo, sottosuolo e falda e la coerenza delle autorizzazioni rilasciate dalle pubbliche amministrazioni per la realizzazione dell'insediamento.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare la tipologia e l'efficacia degli interventi di bonifica in corso di realizzazione presso una centrale termoelettrica in Provincia di Napoli soggetta a interventi di riconversione, da olio combustibile a turbogas.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare se, nella gestione e conduzione di una centrale elettrica in Provincia di Napoli, fossero state rispettate, con riferimento alle diverse matrici ambientali, le previsioni ex D.Lgs. 152/06 e se fossero rilevabili criticità di natura penale per gli aspetti concernenti la sicurezza e l'igiene sui luoghi di lavoro.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare se i progetti e la realizzazione di impianti di discarica per RSU nel Comune di Santa Maria la Fossa (CE) fossero conformi alle norme ambientali di riferimento e se vi fosse stata contaminazione delle matrici ambientali.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare la corretta realizzazione e gestione di una discarica per RSU nel Comune di Montesarchio (BN), anche in rapporto agli interventi disposti dal Commissario di Governo.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare la corretta attuazione del piano operativo per la rimozione trasporto e smaltimento dei rifiuti presenti in un'area ricadente all'interno di un Piano di Insediamento Produttivo (PIP) nel Comune di Sarno (SA) e la correttezza dei relativi atti di affidamento alla società incaricata.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare la qualificazione giuridica di materiali abbancati e interrati all'interno di aree militari e l'eventuale contaminazione delle matrici ambientali da questi prodotti.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare se le attività di gestione di una discarica per RSU nel Comune di Floridia (SR) fossero state condotte nel rispetto della normativa ambientale e se l'attività posta in essere avesse prodotto inquinamento delle diverse matrici ambientali.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare le caratteristiche del carico di una nave e dei locali della stiva dove era stato prodotto gas tossico, l'arsina, responsabile di un incidente mortale nel Porto della Spezia.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare la qualificazione ambientale dei materiali conferiti, in assenza di autorizzazione, in un laghetto ricompreso in un'area naturalistica nel Comune di Sarzana, che avevano comportato il riempimento di oltre la metà dello stesso.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare se nella realizzazione di un laghetto artificiale per la pesca sportiva e il rifacimento degli argini del vicino torrente, nel Comune di Rocchetta Vara (SP), fossero stati utilizzati rifiuti speciali, eventualmente anche pericolosi per presenza di amianto.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare se fossero occorse contaminazioni del suolo e della falda, dovute allo sversamento d'idrocarburi nel suolo in un'area interessata dalla presenza di un impianto di distribuzione di carburante, nel Comune Riccò del Golfo (SP).

  • Accertamenti tecnici finalizzati a determinare l'effettiva presenza di rifiuti interrati e la relativa qualificazione giuridica, e a verificare la gestione complessiva dei rifiuti operata da un'azienda produttrice di tubazioni di grandi dimensioni.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare la contaminazione del suolo e del sottosuolo in nesso di causalità con un impianto sportivo di tiro a volo.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare, in rapporto alle autorizzazioni ricevute, la gestione di un impianto per la produzione di fitofarmaci in Provincia di Terni, compresa la gestione dei rifiuti prodotti e la conformità degli scarichi idrici e delle emissioni alla normativa, nonché la verifica degli adempimenti in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare se, sotto il profilo amministrativo, gestionale, urbanistico ed ambientale, le strutture di due canili comunali nella Provincia di Terni fossero coerenti con le norme di riferimento e se le condizioni igienico sanitarie delle stesse fossero rispettose delle norme sanitarie.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare le cause e le conseguenze, per gli aspetti ambientali, di igiene e di sanità pubblica, dell'incendio occorso presso uno stabilimento di trattamento di rifiuti costituiti prevalentemente da fluff; in tale ambito erano richiesti quali interventi di messa in sicurezza dovessero essere adottati successivamente allo spegnimento dell'incendio. L'accertamento prevedeva, inoltre, la verifica sul piano ambientale delle caratteristiche dei rifiuti stoccati e se, per tipologia e caratteristiche intrinseche, tali rifiuti fossero coerenti con le autorizzazioni in essere e con le registrazioni fiscali e se, in nesso di causalità con l'incendio, fossero stati prodotti inquinamenti del suolo, del sottosuolo e delle acque di falda e superficiali, con particolare riferimento a diossine, furani e PCB simildiossine.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare le caratteristiche quali-quantitative, la natura e la provenienza di materiali abbancati sulle aree in fregio ad un realizzando laghetto per pesca sportiva e bird watching.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare le modalità di esercizio ed il rispetto delle norme di riferimento di un complesso per la gestione di RSU in Provincia di Roma costituito da un impianto di riduzione volumetrica e produzione di CDR e da un impianto di discarica.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare gli impatti ambientali, con particolare riferimento alla contaminazione della falda, e la gestione dei rifiuti di un impianto di cromatura.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare le caratteristiche merceologiche dei materiali abbancati su un'area di stabilimento di produzione di linoleum ed altri prodotti per l'edilizia, stabilendone la qualificazione giuridica, ovvero se tali materiali fossero sottoprodotti o rifiuti.


In materia di appalti pubblici


  • Accertamenti documentali finalizzati a verificare se le procedure seguite da società miste pubblico-private, nell'affidamento di lavori e di servizi, fossero rispondenti alla normativa Comunitaria e Statale.

  • Accertamenti tecnici e documentali finalizzate a verificare se i compensi riconosciuti da una società mista negli appalti di servizi, forniture e progettazione fossero congrui rispetto a quanto effettivamente eseguito e se negli appalti di lavori fossero state rispettate le norme di riferimento.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare la correttezza dell'iter procedimentale a evidenza pubblica per l'affidamento e la gestione dei servizi di igiene urbana di diversi comuni della Provincia di Latina, verificando il possesso dei requisiti da parte delle società aggiudicatarie e la conformità dei servizi erogati al contratto ed al capitolato d'appalto.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare l'iter procedurale di affidamento di appalti pubblici per la gestione e la manutenzione del sistema informativo regionale ambientale, dei servizi integrati per la realizzazione del monitoraggio ambientale mediante telerilevamento, e per la realizzazione di sistemi di monitoraggio dei sistemi di depurazione.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a ricostruire l'iter della progettazione, approvazione, finanziamento e costruzione di tre parcheggi multipiano in Provincia di Latina, la conformità dei progetti, dei provvedimenti e delle delibere alla normativa e la conformità delle opere realizzate a tali progetti.

  • Accertamenti tecnici sugli impianti di depurazione regionali in Campania, finalizzati a verificarne la gestione, le condizioni di efficienza, le caratteristiche delle acque influenti ed effluenti agli stessi e dei fanghi prodotti; in tale ambito sono state condotte verifiche sui rapporti convenzionali tra i gestori e la Regione Campania, sulle fasi di aggiudicazione del servizio, sulle concessioni, sulle obbligazioni contrattuali tra le parti e in merito agli affidamenti, da parte del gestore, dei servizi di ingegneria e dei lavori di manutenzione.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare se, nell'affidamento di lavori da parte di organi militari, tramite licitazioni private, fossero state violate le norme concernenti la gestione degli appalti e se, relativamente a tali affidamenti, i lavori sulle unità navali fossero stati regolarmente eseguiti.

  • Accertamenti tecnici finalizzati ad accertare se le gare per l'affidamento di lavori e servizi, indette da comuni e province della Regione Sicilia, si fossero svolte in modo regolare e nell'osservanza delle norme di riferimento.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare se gli atti di gara concernenti l'installazione, gestione e manutenzione del sistema di rilevamento delle infrazioni stradali presso alcuni Comuni nella Provincia di Terni, fossero conformi alle norme di riferimento e se, nella adozione degli atti preliminari e conseguenti alla liquidazione dei compensi agli agenti e ufficiali della Polizia Municipale, fossero state violate le norme.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare le modalità di individuazione del socio privato in una società pubblica per la gestione del servizio idrico integrato in un'A.T.O. della Regione Umbria e le procedure seguite per l'affidamento dei lavori e dei servizi.

  • Accertamenti tecnici finalizzati a verificare se nell'affidamento di servizi a cura della società incaricata della gestione dei rifiuti urbani di un Comune della Provincia di Terni, fossero state rispettate le procedure di evidenza pubblica stabilite dalle norme in materia di appalti di servizi.


In materia di danno erariale


Gli accertamenti condotti per la Corte dei Conti, Procura Regionale presso la sede Giurisdizionale per il Lazio, hanno riguardato, in generale:

  • La ricostruzione dell'iter delle singole procedure per le quali è stata aperta specifica Vertenza per l'accertamento del danno erariale.

  • Verifica se i singoli progetti, provvedimenti e deliberazioni fossero conformi alle normative in materia di progettazione, finanziamenti, urbanistica e norme contabili.

  • Nell'ipotesi di opere realizzate, se queste fossero conformi ai progetti approvati e finanziati e, in caso negativo, la descrizione dettagliata delle difformità.

  • Accertamento se nei progetti, relazioni, pareri, determinazioni, atti, provvedimenti e deliberazioni fossero attestati fatti e circostanze non rispondenti allo stato dei fatti o dei luoghi o, comunque, non veri.

  • Nell'ipotesi fossero state riscontrate illegittimità attizie o provvedimentali, ivi incluse quelle attinenti ad incarichi consulenziali esterni, se le stesse fossero trasmodate in condotte illecite e, in caso di positivo riscontro, a quali soggetti ascrivibili con indicazione degli intranei alla P.A. e/o comunque in rapporto di servizio con la medesima.

  • Quantificazione del danno erariale con espressa indicazione degli estremi delle reversali di pagamento e dei relativi importi, nonché di ogni altra eventuale voce di danno.


Le attività di cui sopra sono state svolte a carico di Comuni, Provincie, organi periferici dello Stato
e della Regione Lazio.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu